WEC: Peugeot completa un test di 24 Ore al Paul Ricard

Peugeot ha completato un test di resistenza di 24 ore con la 9X8 al Paul Ricard in preparazione della sua prima stagione completa nel FIA World Endurance Championship il prossimo anno.

Tutti e sei i suoi piloti – Jean-Eric Vergne, Paul Di Resta, Mikkel Jensen, Gustavo Menezes, Loic Duval e Nico Mueller – hanno preso parte alla sessione pochi giorni prima di Natale.

Secondo un portavoce di Peugeot, l’unica vettura utilizzata nel sud della Francia questa settimana è stata in grado di funzionare costantemente in condizioni diurne e notturne. Il test includeva anche alcune corse sul bagnato.

Non è stata la prima corsa a lunga distanza per il prototipo LMH a propulsione ibrida di Peugeot, che ha effettuato una simulazione di resistenza di 36 ore al Motorland Aragon in estate.

Il portavoce ha affermato che lo scopo del test del Paul Ricard era quello di simulare condizioni di gara reali, nonché preparare la coesione della squadra e convalidare le scelte tecniche per la 24 Ore di Le Mans e il resto della stagione WEC che inizia a marzo oltre che correggere i problemi riscontrati durante gli eventi WEC di quest’anno.

La Peugeot ha disputato gli ultimi tre round della stagione 2022 a Monza, Fuji e Bahrain, ma ha riscontrato problemi meccanici ad ogni gara nonostante abbia mostrato segni di competitività nei confronti delle Toyota GR010 Hybrid.

Entrambi i 9X8 hanno faticato al loro debutto a Monza, con uno che soffriva di problemi legati al gruppo propulsore e l’altro di surriscaldamento, mentre al Fuji hanno riscontrato lo stesso problema causato da una spina allentata.

La Peugeot n. 93 era quindi in lizza per il podio alla 8 Ore del Bahrain fino a quando il suo cambio ha vacillato a un quarto della gara. La vettura gemella n. 94, nel frattempo, ha cambiato la pompa del carburante e ha terminato sei giri sotto la Toyota vincente.

Dopo il finale di stagione in Bahrain, il direttore tecnico del WEC di Peugeot, Olivier Jansonnie, ha dichiarato la necessità di un test di resistenza prima della fine dell’anno dopo che le apparizioni preliminari alla gara hanno sottolineato ciò che manca in termini di affidabilità sulla vettura.

Altri produttori di LMH e LMDh hanno effettuato test di resistenza prima della loro partecipazione alla classe WEC Hypercar della prossima stagione.

Porsche Penske Motorsport e Cadillac Chip Ganassi Racing hanno entrambi guidato i loro prototipi LMDh per tutta la notte a Sebring, in sessioni che hanno contribuito anche ai preparativi di ciascun produttore per il campionato IMSA WeatherTech SportsCar.

Inoltre, Ferrari ha recentemente tentato un test di resistenza ad Aragon con la sua 499P da omologare.

Foto: DPPI/Peugeot