Obiettivi ambiziosi per Audi in Formula 1

L’Audi ha fissato i propri obiettivi per la partnership con la Sauber in vista del suo ingresso in F1 nel 2026.

A ottobre è stato confermato che il costruttore tedesco avrebbe scelto la squadra svizzera come squadra ufficiale, con le due parti destinate a diventare “partner strategici”.

Audi fornirà i motori, mentre Sauber continuerà a costruire e sviluppare il telaio nella loro base di Hinwil, in Svizzera e dopo questo accordo la casa di Inglostadt spera di poter combattere per la vittoria.

Audi ha fissato obiettivi per l’ingresso in F1

“Ci siamo impegnati per il periodo dal 2026 al 2030. Vogliamo competere per le vittorie dopo tre anni”, ha detto a DPA l’amministratore delegato Adam Baker .

“I nuovi regolamenti tecnici del motore creano delle opportunità per i nuovi arrivati ​​per essere competitivi rapidamente. Inoltre, con il budget cap, tutti hanno le stesse opportunità e tutti affrontano la stessa sfida. Se ti metti d’accordo, c’è anche la possibilità che tu possa combattere subito per la vittoria nel 2026”.

Audi consapevole della “pressione”

Baker riconosce che ci sono sfide da affrontare per il team, ma ritiene di essere preparato per qualsiasi pressione che possa incontrare, sia internamente che esternamente.

“Stiamo già sentendo la pressione dall’esterno, ma ce lo aspettavamo”, ha aggiunto.

“Siamo consapevoli delle sfide che ci aspettano, ma abbiamo già un’idea chiara di cosa ci vorrà per avere successo nel 2026. Questo certamente rende la pressione all’interno dei nostri stessi ranghi ancora più intensa.”

All’inizio di dicembre è stato annunciato che l’ex Team Principal della McLaren, Andreas Seidl, è stato nominato CEO della Sauber.