Al Misano World Circuit è stato riconosciuto il FIM Environment Trophy 2023 nel corso dei FIM AWARDS svoltisi ieri sera a Liverpool nel corso di una serata con 700 esponenti del motorsport mondiale da tutto il mondo ad applaudire i 58 vincitori dei vari campionati promossi dalla Federazione Internazionale Motociclismo che riunisce 119 federazioni nel mondo.

Il FIM Environment Trophy 2023 è il riconoscimento al circuito che nel mondo si è distinto maggiormente per le attività verso il contenimento dell’impatto ambientale delle attività svolte. A vincerlo, il progetto ‘Misano Green Circuit’.

Il FIM Environment Trophy 2023 è stato ritirato a Liverpool da Luca Colaiacovo, presidente della Santa Monica Spa e Andrea Albani, managing director Misano World Circuit. A consegnarlo, Pippa Ganderton, Director ATPI Halo – Sustainable Travel & Events Solutions

“Siamo straordinariamente felici – il commento di Luca Colaiacovo –. La federazione mondiale del motorsport riconosce al circuito il risultato di dieci anni di investimenti sulla struttura, nella direzione della profonda innovazione da parte di una proprietà, il Gruppo Financo, che ha nel suo dna l’attenzione all’ambiente. Oggi MWC è un punto di riferimento in tutto il mondo e garantisce l’organizzazione di eventi con un’impronta rispettosa del patrimonio ambientale. È anche la testimonianza tangibile degli sforzi che sta producendo il nostro mondo per raggiungere i target definiti. Ringrazio il presidente mondiale della FIM Jorge Viegas per il premio e il presidente della FMI Giorgio Copioli, sempre al nostro fianco a fungere da stimolo in questo percorso virtuoso”.

“Dietro a questo premio c’è un lavoro di squadra svolto da tutto il team MWC con professionalità e competenza, oltre che grande motivazione personale a svolgere l’attività quotidiana. Non è il primo riconoscimento che riceviamo per questo lavoro che stiamo svolgendo, ma certo questo contesto rappresenta una consacrazione che insieme è stimolo a continuare con impegno a sostenere una precisa responsabilità, seguendo i valori di un modello che guarda al futuro all’insegna della sostenibilità.

Quello dell’attività sostenibile è un parametro decisivo per ospitare i grandi eventi internazionali e il successo di tutte le recenti candidature ne sono testimonianza. Ringraziamo tutti i partner, FIM, FMI, IRTA, Dorna e Right Hub per aver creduto in noi e per il grande supporto e cooperazione sin dall’inizio del progetto KiSS”.