Sotto lo sguardo dell’ultimo campione del mondo Moto3 Jaume Masiá, ora pilota Moto2, si sono spenti i primi semafori rossi per l’inizio del Campionato del Mondo Moto3 e un mese e mezzo prima di festeggiare il suo 18° compleanno, David Alonso ha conquistato la vittoria e diventa il primo leader del 2024 dopo aver battuto Dani Holgado in volata per 41 millesimi di secondo con il giapponese Furusato che completava il podio.

Dalla pole position Dani Holgado ha mantenuto la posizione nei confronti di Ortolá Rueda e Pitito Fernández e David Alonso, terzo del 2023 e poi rookie dell’anno, è passato dall’ottavo al sesto posto. In un giro e mezzo, i quattro spagnoli e lo spagnolo-colombiano, grandi favoriti per la vittoria, si sono già stabilizzati in testa.

Ma quando ha attraversato la curva 1 al secondo giro, Rueda ha perso aderenza al posteriore e nella scivolata ha portato con sé Ortolá nella sua caduta. Il valenciano ha chiuso in fondo al gruppo con 15 secondi da rimontare, formando un duo con Muñoz, che ha dovuto lasciare la pitlane quando la sua moto si è fermata in griglia, nella sua rimonta. Due dei favoriti sono stati esclusi dalla vittoria – Ortolá è tornato solo al 9° posto – e Holgado e Alonso si sono presi la responsabilità di guidare il gruppo di 11 piloti e di impostare il ritmo più conveniente per il pilota di Alicante.

La vittoria viene decisa all’ultimo giro tra nove piloti, con Holgado in testa e Alonso dietro in ottava posizione. Alla curva 5 Pitito Fernández e Vicente Pérez sono caduti e quattro piloti Holgado, Alonso, Furusato e Rossi sono rimasti in lotta per il podio. E alla curva 16 Alonso si è infilato all’interno di Holgado ed è andato dritto verso la vittoria, separandoli al traguardo per soli 41 millesimi.

Per Alonso si tratta della quinta vittoria della sua carriera e il suo nono podio e la prima vittoria per il marchio cinese CF Moto, parte del gruppo Pîerer Mobility, che quest’anno ha debuttato con un aggiornamento dopo aver perso il titolo a favore di Honda nel 2023. Al grido di ‘parce, parce’ (amico in Colombia) i felicissimi membri del team Aspar hanno dato il benvenuto al loro pilota. E un grande dettaglio del giovane pilota senza che nessuno glielo dicesse, ricordando Jake Dixon, del team Aspar Moto2, dimesso dall’ospedale dopo il grave incidente di sabato.