Marcello Gandini, maestro del design automobilistico, è deceduto all’età di 85 anni. Gandini è stato coinvolto nel design fin dalla tenera età, iniziando nel campo dell’interior design e poi passando al design dell’auto, prima a Bertone, alla fine diventando il suo direttore di stile e lavorando su modelli che sono passati alla storia come Lamborghini Miura, Ferrari Dino, Lancia Stratos e molti altri. Come designer indipendente, ha firmato collaborazioni con molte case automobilistiche come Renault, Lamborghini, Maserati, Nissan, Toyota e Subaru, tra gli altri.

Il Politecnico di Torino ha recentemente conferito a Gandini una laurea honoris causa in ingegneria meccanica, un onore dovuto alla sua grande carriera e alla sua recente attenzione alla ricerca e all’innovazione, in particolare sulla reinventazione del modo in cui viene prodotta un’auto, risultando in una serie di brevetti e invenzioni da questa continua ricerca. Nel suo ultimo discorso pubblico, Gandini ha esortato i giovani a conoscere e studiare:

“Per ottenere qualcosa di nuovo, devi sapere tutto ciò che è stato fatto prima, devi conoscere il tuo campo, direi da Leonardo Da Vinci in poi. Sono onorato di ricevere la laurea honoris causa. È il riconoscimento di un percorso iniziato all’età di 16 anni, quando, con i soldi che mi erano stati dati per comprare un libro latino, comprai invece un libro di testo di meccanica, Motori endotermici di Dante Giacosa. Ingegneria, applicata alla progettazione e ingegneria delle auto,è stata la mia prima passione e il thread che ha attraversato tutta la mia professione”.

Ecco alcune delle sue opere d’arte su quattro ruote:

Alfa Romeo – Montreal, Carabo

Autobianchi – Runabout

BMW – 5 Series E12, 2800 Bertone Spicup

Bugatti – EB110

Citroën – BX

Cizeta – V16T

De Tomaso – Panther Yes

Ferrari – Dino GT4

Fiat – 132, X1 / 9

Iso – Lele, Grifo 90 (1991)

Innocenti – Mini 90/120 / DeTomaso (1974)

Lamborghini – Countach, Diablo, Espada, Jarama, Jalpa, Marzal, Miura, Urraco

Lancia – Zero prototype, Stratos

Maserati – Biturbo Restyling (1988 + 1991), Khamsin, Ghibli II, Quattroporte IV, Shamal

Qvale – Mongoose

Renault – Supercinque, 5 Turbo, Magnum (1990)

Volvo – Tundra (1979)