“Lando, quando vincerai una gara in F1?”, ha detto ridendo allegramente un tifoso nel paddock del circuito di Albert Park. Norris ha risposto con un sorriso, stufo di questo tipo di commenti che apprezzano molto poco il suo buon lavoro in pista. Il video è su Instagram, dato che il Grande Circo non ha nemmeno posto il veto.

Il britannico però è ferito perché in Australia ha battuto un record negativo in Formula 1, uno di quelli che nessuno vorrebbe avere. È il pilota con il maggior numero di podi senza vittoria. Il pilota britannico è già salito fino a 14 volte sul podio senza mai arrivare in cima. Lando condivideva questo record negativo con Nick Heidfeld a quota 13 e ora lo detiene da solo.

In effetti, l’inglese ha già ottenuto un altro record negativo da un attuale compagno di squadra in griglia, Nico Hulkenberg, l’anno scorso, quando è diventato il pilota con il maggior numero di punti senza una vittoria. Questa cifra continua a salire, dato che Norris ora ha 660 punti in F1.

Speranza nel 15

Ma la storia dà al britannico un barlume di speranza, ben quattro piloti sono riusciti a conquistare il loro 15° podio in Formula 1: Patrick Depailler, Jean Alesi, Mika Hakkinen e Eddie Irvine. Un club in cui Lando spera di entrare subito.

Talento per la McLaren

Nonostante non abbia ancora trionfato in F1, Norris è un talento molto apprezzato nel Grand Circus. È giovane, ha 24 anni, ma ha già esperienza e Red Bull o Mercedes hanno preso in considerazione l’idea di ingaggiarlo. Tuttavia, ha preferito rimanere con il team di Woking e questo gennaio ha firmato un rinnovo “pluriennale” con la McLaren.

Passi avanti

Perché Lando crede nella rinascita della squadra britannica, che non vince una corona dal 2008, con Lewis Hamilton. Ecco perché Norris ha festeggiato il suo posto d’onore accanto alle Ferrari di Charles Leclerc e del suo amico Carlos Sainz. “Non mi aspettavo di salire sul podio, ma è bello farlo di nuovo. Sono molto felice e molto orgoglioso della squadra. Spero che possiamo farne molti di più”, ha detto.

Il nativo di Bristol, che ha firmato il suo primo podio della stagione e il suo primo in Australia, è già salito sul podio in 12 piste e crede che andranno sempre più forte in questa stagione. “Il secondo posto era il massimo che potevo fare, ma le Ferrari erano molto forti. In ogni caso, ci stiamo avvicinando al nostro obiettivo. Ferrari e Red Bull sono uno o due passi avanti, quindi dobbiamo recuperare”.