David Alonso ha conquistato la sua terza pole position consecutiva a Le Mans, segnando un altro fine settimana in cui è in testa a tutta la classifica. Aveva battuto il record di tutti i tempi nelle prove libere e per millesimi di secondo lo aveva raggiunto di nuovo in una Q2 in cui se l’è giocata in un ultimo giro da brivido. Holgado e Rueda lo affiancheranno in prima fila sulla griglia di partenza.

Lo spagnolo ha firmato per dominare tutte le classifiche in un Gran Premio di Moto3, ma a Jerez è stato vittima di un errore al primo giro della gara che si è conclusa prematuramente per lui ed è per questo che è entrato a Le Mans secondo in classifica, a sei punti da Dani Holgado, che è in testa da Portimao nonostante non abbia la sua velocità di molto meno il suo ritmo.

Il pilota CFMotoAspar ha condotto le sessioni di prove libere con oltre quattro decimi di vantaggio sull’olandese Collin Veijer, vincitore di Jerez, e in Q2 ha dovuto fare i conti con chi è rimasto attaccato alla sua ruota. E nel secondo giro ha già piazzato un 1’40″794, ancora lontano dall’1’40″121 del mattino, e 34 millesimi sul rientrato Rueda -operazione appendicite ad Austin e problemi intestinali a Jerez- e 66 su Ortolá. Ma prima di rientrare ai box per un millesimo, Huqsvarna Veijer lo ha superato.

Nella seconda sessione, prima Rueda ha trainato il trenino e Holgado in scia ha abbassato la pole provvisoria a 1’40″366 e con un solo giro di vantaggio. Alonso ha lasciato il capolavoro per l’ultimo giro e ha abbassato il record della pole a 1’40″114 e per 11 millesimi di secondo ha superato il suo grande rivale Holgado che stava arrivando alla sua ruota. Rueda ha mantenuto la linea del fronte.