L’inizio del Mondiale MotoGP si sta rivelando ancora più entusiasmante di quanto inizialmente ipotizzato. Stiamo assistendo a gare formidabili con tante variabili e sorprese. Jerez e Le Mans hanno visto epiche battaglie in pista tra i più grandi concorrenti dell’attuale classe regina del campionato.

Il leader indiscusso Jorge Martín (due vittorie nelle gare lunghe e tre nelle gare Sprint) e il campione in carica Pecco Bagnaia (due vittorie domenicali) sono i più forti della serie. Ma occhio a un rinnato Marc Márquez nel bel mezzo di una fase di crescita.

Il sesto evento dell’anno si svolgerà a Barcellona. Su questa pista, l’anno scorso Bagnaia ha subito uno spaventoso incidente dal quale è uscito abbastanza bene. Il pilota di Chivasso vorrà farsi perdonare a Montmeló con una prestazione per avvicinarsi a Martinator.

Marc, al debutto con la Ducati

Marc cercherà la sua prima vittoria con la Ducati. In Francia era fuori dai primi 10 e nella Q1 non è riuscito a passare alla qualifica successiva ed ha dovuto accontentarsi della 13° posizione. Ma si è resto protagonista di due rimonte epiche chiudendo in seconda posizione sia nella Sprint che nella gara lunga.

Inoltre, bisognerà tenere d’occhio Enea Bastianini, che si sta giocando il posto nel team ufficiale Ducati. La scelta della casa di Borgo Panigale è il tema più chiacchierato nel paddock della MotoGP. Chi affiancherà Pecco nel 2025? La BestiaMartinator e Marc Márquez sono i candidati. Tutti e tre hanno i loro punti a loro favore, il che rende difficile per la struttura bolognese prendere una decisione.

Tieni d’occhio ‘Mack’ e Acosta

Inoltre, tenete d’occhio Maverick Viñales, che quest’anno ha scritto il suo nome nei libri di storia diventando il primo pilota della MotoGP a vincere con tre case diverse (Suzuki, Yamaha e Aprilia), e, ovviamente, dovremo tenere d’occhio anche Pedro Acosta. Il Mazarrón Shark aspira ad essere il più giovane vincitore di un Gran Premio nella classe regina. Non è stato incisivo a Le Mans e per questo sarà più motivato a Barcellona.

Dominio spagnolo nelle classi cadette

La Spagna domina anche in Moto2 e Moto3. Nella classe intermedia il primo è Sergio García Dols e nella classe piccola il più regolare è Dani Holgado. Le minacce più vicine a entrambi provengono dal continente americano. Uno è americano (Joe Roberts) e l’altro è colombiano (David Alonso).

Programmi per il GP di Catalunya della MotoGP 2024 a Montmeló:

Venerdì 24 maggio:

8:30-8:45: Prove Libere MotoE 1

9:00-9:35: Moto3 FP

9:50-10:30: FP Moto2

10:45-11:30: Prove Libere 1 MotoGP

12:25-12:40: Prove Libere MotoE 2

13:15-13:50: Prove Libere 1 Moto3

14:05-14:45: Prove Libere 1 Moto2

15:00-16:00: Prove MotoGP

16:15-16:25: Q1 MotoE

16:35-16:45: Q2 MotoE

Sabato 25 maggio:

8:40-9:10 Moto3: Prove libere 2

9:25-9:55 Moto2: Prove libere 2

10:10-10:40 MotoGP: Prove libere 2

10:50-11:05 MotoGP: Q1

11:15-11:30 MotoGP: Q2

12:15 MotoE: Gara 1 (7 giri)

12:50-13:05 Moto3: Q1

13:15-13:30 Moto3: Q2

13:45-14:00 Moto2: Q1

14:10-14:25 Moto2: Q2

15:00 MotoGP: Sprint (12 giri)

16:10 MotoE: Gara 2 (7 giri)

Domenica 26 maggio:

11:00 Gara Moto3 (18 giri)

12:15 Gara Moto2 (21 giri)

14:00 Gara MotoGP (24 giri)

L’Intero weekend del GP di Catalogna sarà trasmesso in diretta su Sky MotoGP, canale 208 di Sky. La gara sarà trasmessa anche in chiaro, ma in differita, su TV8. Sabato invece tutto in diretta, anche su TV8, sia qualifica che sprint.