La quinta vittoria dell’anno su sette possibili è andata nelle mani dell’ispanico colombiano del CF Moto Aspar David Alonso che ha consolidato anche la sua leadership favorito dall’errore di Dani Holgado, che ha ricevuto una doppia penalità sul giro lungo e ha finito 14esimo.

“El Parce” è ora in testa alla classifica con 37 punti di vantaggio. La gara ha vissuto il suo momento di grande tensione a causa di un grave incidente avvenuto al quarto giro di gara, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Dalla pole David Alonso ha mantenuto l’iniziativa nei confronti di Ivan Ortolá e l’ispanico colombiano ha già cominciato ad allungare il gruppo e provare a fare la prima selezione. In quattro giri Alonso, Veijer, Ortolá e Furusato sono già al comando. Ma un incidente alla curva 9 (Arrabiata-2), quel punto critico e cieco dove Jason Dupasquier perse la vita nel 2021, ha costretto la gara a essere interrotta a causa di una bandiera rossa. L’esordiente  Xabi Zurutuza è caduto ed è stato colpito da Filippo Farioli.  Il giovane basco ha alzato il pollice prima di salire sull’ambulanza, un segnale rassicurante universale per l’ambiente, e dopo il primo sopralluogo tutto era questione di forti colpi ed era sempre cosciente. La gara è ripresa come uno sprint di 11 giri con posizioni in griglia basate sul terzo giro consolidato.

Alla ripartenza David Alonso ha mantenuto ancora una volta il comando, questa volta davanti a Veijer e Ortolá ai quali si sono uniti Furusato e Muñoz. In una manovra alla curva 1 in cui Holgado ha fatto cadere Rueda e Nepa gli è costato un doppio giro lungo che ha complicato la sua possibilità di pareggiare chi era leader fino al Montmeló e vincitore al Mugello nel 2023.

Tra Veijer e Furusato hanno interrotto il primo tentativo di fuga di Alonso e mentre il gruppo rallentava si sono aggiunte delle unità da dietro. A sei dalla fine David Alonso ha consolidato la leadership della corsa, ma le scie sul lungo rettilineo del Mugello sono sempre fondamentali e la possibile fuga è annullata.

Un terzo tentativo di Alonso è stato definitivo a quattro dalla fine, guadagnando il prezioso mezzo secondo di vantaggio contro un quintetto che comprendeva Ortolá e Muñoz. Nell’ultimo giro Veijer ha dato tutto per raggiungere Alonso e rischiare nella scia, ma non è arrivato e la quinta vittoria dell’anno è andata ad Alonso. Alla curva 12, a causa di una caduta, Ivan Ortolá ha seppellito l’opzione del podio che Yamanaka aveva preso, ma è riuscito a finire sesto.