Alvaro Bautista - WSBK Misano 2024
Alvaro Bautista - WSBK Misano 2024

Da prima dell’inizio della stagione, Álvaro Bautista è stato sotto i riflettori del Campionato del Mondo SBK. La più grande incognita intorno alla figura del due volte campione, al di là del fatto che sarebbe stato in grado di difendere la corona, riguardava come si sarebbe adattato alla regola del peso minimo introdotta dal campionato.

Tuttavia, anche se non ha mai voluto dare troppa importanza alla regola, lo spagnolo non si è fatto vedere competitivo insieme a una Panigale che ha dominato a piacimento nelle ultime stagioni. “Devo capire perché non ho la fiducia che avevo un anno fa (con la moto)”, ha detto lo spagnolo dopo il weekend di Misano. Uno scenario in cui oltre al pilota in persona, anche Ducati ha iniziato a parlare del futuro della squadra.

Gigi Dall’Igna, direttore generale di Ducati Corse, era presente all’evento di casa per il team di Borgo Panigale. La gioia più grande per gli italiani è stata la doppietta di domenica sul podio con Bulega e Bautista, rispettivamente in seconda e terza posizione, mentre il gradino più alto del podio è stato monopolizzato per tutto il weekend da Razgatlioglu e dalla sua BMW. 

Il turco ha dominato il round italiano mentre Yamaha flirta con lui per un possibile salto in MotoGP, mentre per il team bolognese, vista questa superiorità, la priorità era quella di chiudere i margini di un futuro prossimo in cui il primo accordo è quasi assicurato. “Stiamo rinnovando il contratto con Aruba e abbiamo quasi chiuso l’accordo”, ha ammesso Gigi al canale Dorna, prima di indicare quale sia il prossimo obiettivo: “Concludere i contratti con i piloti”.

Con Bulega in grande forma durante la sua stagione d’esordio in SBK, i dubbi ruotano attorno a Bautista. Il 39enne spagnolo non ha una scadenza per decidere se continuare a gareggiare e, sebbene stia pensando solo a come ritrovare competitività, sembra che sia arrivato il momento di pensare ad altro. Dall’Igna è intenzionato ad avviare le trattative e infatti il due volte iridato nella sua priorità assoluta: “Alvaro ha vinto due titoli con noi, quindi è un pilota importante per noi e vorremmo continuare con lui”.

L’italiano è pieno di elogi per il pilota che ha portato la Panigale al vertice, nonostante Iannone stia bussando alla porta del box ufficiale.“Andrea è stato senza gare per quattro lunghi anni. È tornato qualche mese fa e non è facile. A volte ha mostrato il suo potenziale, ma deve migliorare un po’. Sono fiducioso perché conosco lui e il suo talento. Può fare molto bene, ma la nostra prima scelta sarà sicuramente Alvaro”, chiarisce Dall’Igna, a proposito di una decisione che dovrebbe iniziare a prendere forma prima del prossimo round, a Donington (12-14 luglio).