Il caldo è alle porte e il popolo delle due ruote ha sempre più voglia di mettersi in sella: che sia per un breve itinerario della durata di un week-end, o in previsione della vacanza estiva, si comincia a fare progetti e pianificare itinerari. Quella del mototurismo è una passione che coinvolge tantissimi centauri, un esperienza che unisce l’amore per i veicoli a due ruote con la curiosità di scoprire paesaggi e destinazioni nuove. Un mondo che, nato con la sottocultura dei biker americani, è oggi entrato in piena regola nel mainstream.

Anche per questo motivo i grandi brand delle due ruote hanno sviluppato nel tempo un’offerta di accessori e abbigliamento varia, e studiata appostiamente per le necessità dei lunghi viaggi in sella. Affrontare con lo spirito giusto e con i prodotti adatti gli spostamenti di questo tipo è infatti importante per godere di un’esperienza di viaggio piacevole, avventurosa e sicura.

L’importanza dell’abbigliamento tecnico

Oggi, l’offerta per i bikers va dagli accessori più compatti e tecnologici fino ai capi di abbigliamento per la guida, mettendo a disposizione di centauri della prima ora e motociclisti alle prime armi un’ampia scelta per vivere al meglio la propria passione. Attenzione particolare va rivolta certamente all’outfit: diverse ore sulla propria due ruote richiedono un abbigliamento idoneo, che sia leggero, in grado di proteggere la pelle, fasciare la muscolatura sollecitata a ogni curva, essere allo stesso tempo elastico e traspirante. In questo senso, un grande aiuto viene dal boom dello sport amatoriale: molti marchi, infatti, in questi ultimi anni hanno messo sul mercato capi di abbigliamento tecnico sempre più sofisticati. Si va dai prodotti di biancheria intima alle maglie a manica lunga o corta, e non mancano i cosiddetti ciclisti o i pantaloni lunghi: di elevatissima qualità, espellono rapidamente il sudore verso l’esterno, garantendo una pelle sempre fresca. Non rilasciano odori, si lavano rapidamente e una volta piegati e riposti occupano uno spazio minimo: potranno essere davvero di grande comodità per gli spostamenti nei mesi caldi.

Gli stessi innovativi materiali, composti in alcuni casi anche da fibra di carbonio, rivoluzionano il concetto di sottocasco: da oggi lo si potrà adoperare anche in estate, proprio perché questi tessuti speciali impediscono l’accumulo del sudore. Esemplare la recente serie Explorer di Dainese, studiata appositamente per aiutare i motociclisti ad affrontare i lunghi viaggi in condizioni difficili: le innovazioni del noto brand italiano sono state infatti il frutto di “due anni di ricerche sulle linee di non-estensione del corpo umano”, stando alle dichiarazioni della stessa Dainese.

Per quanto riguarda i viaggi durante l’estate, il posto d’onore va sempre riservato alla giacca, l’emblema stesso della filosofia delle due ruote. Ogni vero motociclista sa quanto questo capo lo rappresenti, sia al momento di salire in sella che quando si passeggia mostrando con orgoglio la natura di biker. Brand come Spidi e Ixon hanno saputo diversificare l’offerta, e oggi il mercato mette a disposizione dei centauri modelli adatti a ogni esigenza. Lo evidenzia per esempio la selezione di modelli di giacca moto primavera estate di Motorama, portale online specializzato, che spazia dai capi studiati per i lunghi viaggi sino a quelli per i rapidi spostamenti urbani. La scelta dell’abbigliamento va completata con l’acquisto di accessori che si rivelano sempre utili: i bauletti, solidi e capienti, morbidi oppure con struttura rigida per una maggiore protezione, ma anche l’interfono per le comunicazioni se si viaggia in compagnia, per esempio. Insieme all’attenta pianificazione del viaggio, la preparazione dell’equipaggiamento per il touring è un passo dunque fondamentale per trascorrere un’esperienza soddisfacente e sicura. Una fase importante per tutti i centauri più esperti.

 

Rispondi