Pubblicità

La Mercedes spera che l’alta velocità di Monza possa essere più di aiuto alla sua W13 rispetto a quanto vista nel Gran Premio del Belgio a Spa, in una pista, quella belga, caratterizzata da molti sali e scendi.

Andrew Shovlin, direttore tecnico della Mercedes Trackside, ha detto che il team è ottimista sul fatto che non incontrerà gli stessi problemi che hanno avuto durante il weekend del Gran Premio del Belgio .

“Fondamentalmente l’aerodinamica della vettura sarà molto simile, possiamo utilizzare ali più piccole, ma se utilizziamo ali più piccole avremo un po’ meno carico aerodinamico”, ha spiegato Shovlin.

“Siamo ottimisti sul fatto che alcuni dei problemi specifici che abbiamo avuto a Spa per i dossi non dovrebbero riguardarci”.

Shovlin: difficile dire esattamente dove sarà la Mercedes

Shovlin crede che il team possa trovare delle condizioni di lavoro migliori per la W13 sul circuito più veloce del calendario ma il team non è ancora sicuro di dove saranno rispetto a Red Bull e Ferrari.

Ha aggiunto: “Pensiamo di poter ottenere una migliore condizione di lavoro, tuttavia la Red Bull sembra molto efficiente. È veloce sui rettilinei ed è veloce in curva e quei problemi per noi si amplificano quando andiamo su piste a basso carico aerodinamico.

“Quindi è difficile dire esattamente dove saremo, ma probabilmente non così forti come lo eravamo a Zandvoort, ma si spera non sia neanche lontanamente difficile come lo è stato a Spa”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

Rispondi