Pubblicità

Tra poche gare si parlerà del futuro e si vocifera che Mick Schumacher perderà sia il suo posto in Haas che il suo posto all’interno della Ferrari’s Driver Academy nel 2023.

Il tedesco ha avuto un inizio difficile in questa stagione ed è stato completamente oscurato dal nuovo compagno di squadra Kevin Magnussen, oltre ad essere protagonista di terribili incidenti in gara durante il Gran Premio di Monaco e dell’Arabia Saudita, suscitando pesanti critiche da parte del capo del team Haas, Guenther Steiner.

Sebbene la forma di Schumacher sia successivamente migliorata, con il tedesco che ha segnato punti in Gran Bretagna e Austria, Schumacher è ancora dietro Magnussen nel Campionato Piloti a quota 12 punti contro i 22 del danese.

Durante il weekend del Gran Premio d’Italia, Binotto ha detto che Schumacher aveva ancora bisogno di migliorare, aggiungendo che una decisione sul futuro del tedesco, sia alla Haas che come parte della Ferrari Driver Academy, sarebbe stata presa nelle prossime gare.

“La Ferrari Driver Academy è un pilastro molto importante del nostro team e continueremo a investire molto in esso”, ha affermato Binotto.

“Crediamo sia importante sviluppare i migliori talenti e guardare al futuro, per cercare di trovare i migliori piloti per Ferrari. Con Mick, come dicevamo all’inizio della stagione, è importante che migliori e dia il massimo in questa stagione. Fra alcune gare ci siederemo con lui, faremo un bilancio della stagione e lo faremo anche con Haas e decideremo il suo miglior futuro”.

Shwartzman in linea per un ruolo più importante in Ferrari?

Con l’incertezza sullo stato di Schumacher con la Ferrari, Binotto ha anche parlato delle capacità dell’attuale collaudatore del team Robert Shwartzman.

Dopo essere arrivato secondo nel campionato di Formula 2 2021, Shwartzman è rimasto in panchina dalle competizioni per questa stagione, visto che il pilota russo-israeliano si concentra sui suoi compiti di test con la Ferrari.

Nonostante la mancanza di gare nel 2022, Binotto ha detto che Shwartzman è stato comunque un pilota più completo rispetto al 2021, aggiungendo che avrebbe guidato per la Ferrari durante due sessioni di prove libere del Gran Premio da qui alla fine della stagione.

“Robert è un pilota fantastico. Ogni volta che guidava un’auto di F1 è stato molto veloce”, ha detto Binotto.

“Ci sono piloti che forse sono bravi in ​​F3, F2 e poi non sono abbastanza bravi in ​​F1. Penso che Robert sia l’opposto. Sicuramente è stato grandioso in F3, F2 ma è molto, molto forte in F1, ed è un peccato per lui non avere un posto in gara in questo momento. In questa stagione ha lavorato molto al simulatore, aiutando il nostro team a sviluppare la vettura attuale.”

“Penso che, come pilota, sia migliorato, ha sviluppato le proprie capacità e oggi è molto più maturo, quindi penso che sia un pilota che meriterebbe un posto in gara.”

Foto: Haas F1

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

Rispondi