Pubblicità

La FIA fa un altro passo verso una nuova struttura del suo organismo. Mohammed Ben Sulayem, presidente della Federazione, prosegue il suo piano di ristrutturazione nella gestione dell’organizzazione e lo fa con un colpo alla storia. Uno dei suoi obiettivi principali era quello di nominare, per la prima volta dalla nascita della struttura, un direttore generale dell’organizzazione. Natalie Robyn ha riceuto la nomina di CEO della Federazione lo scorso giovedì anche se non è stata ancora definita la data di inizio incarico.

La statunitense Robyn è una importante dirigente internazionale con oltre 15 anni di esperienza nei settori finanziario e automobilistico. Prima di entrare a far parte della Federazione, ha ricoperto diverse posizioni dirigenziali presso Volvo, Nissan e DaimlerChrysler. a

“La nomina di Natalie Robyn come nostro primo CEO è un momento di trasformazione per la nostra Federazione. La sua vasta esperienza e leadership saranno cruciali per migliorare le nostre finanze, governance e operazioni.

Ha una comprovata esperienza di diversificazione e crescita, oltre a sviluppare capacità di leadership esecutiva, e gli do il benvenuto nella squadra”, ha commentato il presidente dell’organizzazione, Mohammed Ben Sulayem.

Nel suo nuovo ruolo, Natalie Robyn sarà responsabile delle prestazioni finanziarie della FIA ​, oltre a guidare la strategia generale per realizzare la visione della leadership di riformare la Federazione”.

“Inoltre, avrà l’incarico di sviluppare nuovi piani di crescita aziendale per aumentare e diversificare le fonti di reddito della FIA, garantendo stabilità finanziaria per fornire maggiori risorse ai nostri membri.”

L’americana è felice di raccogliere questa importante sfida: “Sono felice della nomina di primo direttore generale della FIA in un momento così importante per la Federazione.”

“Non vedo l’ora di mettermi a lavoro per realizzare la sua visione di riforma e crescita con la partecipazione di tutto il personale”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

Rispondi