La Red Bull è la grande dominatrice della Formula 1. E questo non solo ha un impatto diretto sui loro successi, ma provoca anche un effetto indiretto sui loro principali concorrenti. Mercedes e Ferrari sono pienamente consapevoli che il resto della stagione continuerà senza un obiettivo ambizioso. Il team italiano ha ottenuto solo due podi, una prestazione molto inferiore rispetto ai dieci ottenuti lo scorso anno dopo le prime dieci gare. La Mercedes ha rimontato durante il Campionato del Mondo, anche se continua a presentare una prestazione un po ‘irregolare.

La Ferrari sta già concentrando i suoi sforzi sullo sviluppo della vettura per la stagione 2024. Posso dire che stiamo già lavorando e concentrandoci sul progetto del prossimo anno come squadra, e stiamo lavorando duramente per fare grandi progressi”, ha detto Fred Vasseur durante il Gran Premio di Gran Bretagna.

Il caso della Mercedes è simile a quello del team italiano, e questo è stato riconosciuto da Toto Wolff nelle dichiarazioni raccolte da ‘Motorsport’. “Finire secondo o terzo non ha alcun impatto su di me o sulla squadra. L’importante è tornare e vincere un titolo mondiale. Quest’anno non sarà così. Dobbiamo già guardare al prossimo anno“.

Le novità del 2023, focalizzate sul 2024

Le due squadre sono chiare sul fatto che gli sforzi non sono rivolti alla stagione in corso. E le novità che verranno introdotte saranno focalizzate sul 2024. Ferrari non intende ridisegnare completamente la vettura. Uno dei motivi risiede nel limite di spesa.Il più grande fattore condizionante al momento è il limite di spesa. Per questo motivo, non è possibile creare un progetto completamente nuovo all’interno della stessa stagione. Avrebbe potuto essere fatto qualche anno fa, ma ora pensare a questa possibilità è impossibile”, ha spiegato Fred.

Quelli di Maranello sono impegnati a lavorare sul piano attuale. Dobbiamo adattare il progetto che già esiste e credo davvero che abbiamo fatto passi importanti finora quest’anno“, afferma il direttore generale. Anche se sono consapevoli che non sarà un compito facile a causa delle normative vigenti. “I regolamenti limitano molte cose. Pertanto, è molto difficile fare grandi progressi durante la stessa stagione”.

D’altra parte, Mercedes ha optato, all’inizio della stagione, per un cambiamento totale nel concetto della vettura. E ora, come la Ferrari, introdurranno novità con un occhio al 2024. “In tutte le gare che arrivano, impara e sviluppa, assicurandoci di poter continuare questo lavoro il prossimo anno. I regolamenti saranno gli stessi la prossima stagione. Quindi non è che non impareremo nulla continuando con questa macchina in questa stagione. Dobbiamo trovare un equilibrio”, ha spiegato Wolff.

James Allison, direttore tecnico di Mercedes, afferma che arriveranno ulteriori aggiornamenti e che è chiaro che si tratta di un investimento. “Siamo solo arrivati a metà stagione e c’è ancora da sviluppare su queste vetture. Assolutamente, ci sono miglioramenti che vorremmo apportare alla nostra vettura attuale che sappiamo si applicheranno anche alla vettura 2024. Non ci sentiamo come se stessimo buttando via soldi. La sensazione è che con questi aggiornamenti stiamo investendo in entrambe le stagioni”.