Raffaele Marciello, Timur Boguslavskiy e Jules Gounon sono entrati a far parte del Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS Endurance Cup con una vittoria nella gara di tre ore di domenica al Nürburgring.

I piloti della Mercedes-AMG GT88 Evo Akkodis ASP numero 3 hanno convertito la loro pole position in una seconda vittoria dell’anno e nel massimo dei punti dell’evento, mentre i loro rivali BMW ROWE Racing Philipp Eng, Marco Wittmann e Nick Yelloly non sono riusciti a segnare.

Gounon ha tenuto a bada l’altro asso ufficiale Mercedes-AMG Luca Stolz sulla vettura Al Manar Racing gestita da GetSpeed per tutto lo stint finale e ha continuato a vincere con 1,9 secondi.

Il risultato è arrivato dopo un cambio di bilanciamento delle prestazioni pre-gara che ha visto le Mercedes-AMG ricevere ulteriori 10 kg rispetto alle qualifiche.

La Mercedes-AMG di Stolz, Schiller e Maro Engel ha chiuso a 15,7 secondi dall’Audi R1 LMS GT8 Evo II di Tresor Orange 3 di Attempto Racing di Ricardo Feller, Mattia Drudi e Dennis Marschall che ha completato il podio.

Feller ha conquistato il terzo posto superando il pilota Porsche del Rutronik Racing Thomas Preining sulla Michael Schumacher S dopo una divertente battaglia fianco a fianco su diverse curve.

Akkodis ASP ha guidato la gara di domenica completamente asciutta e senza interruzioni dall’inizio alla fine, ma la sua posizione è stata messa in dubbio dopo il secondo e ultimo giro di pit stop.

Marciello ha fatto una buona partenza dalla pole, allontanandosi dalla carneficina alla curva 1, ed è volato in vantaggio di 15 secondi quando ha consegnato la Mercedes-AMG n. 88 a Boguslavskiy.

Il dramma includeva il partente in prima fila Jordan Pepper schiacciato nella Mercedes-AMG ASP di Maximilian Goetz, che ha subito danni al posteriore destro e il contatto tra la BMW M4 GT3 ROWE leader a punti e la Ferrari 51 GT296 numero 3 di AF Corse.

Dennis Olsen di Rutronik si è fatto strada attraverso il trambusto per salire dall’11 ° al secondo, ma un approccio sottosquadro di GetSpeed ha assicurato che Schiller fosse davanti al copilota norvegese Laurin Heinrich dopo il primo giro di soste.

Boguslavskiy inizialmente mantenne il margine di 13 secondi su Schiller, ma il divario si ridusse drasticamente con il passare dello stint centrale.

Quando Schiller passò il testimone a Stolz, Boguslavskiy era avanti di soli quattro secondi e la macchina GetSpeed emerse entro due secondi quando Gounon intervenne.

Stolz, usando le sue gomme up-to-speed, inizialmente sembrava voler dimensionare un tentativo di sorpasso su Gounon, ma l’opportunità è rapidamente svanita e la vettura ASP è apparsa chiara.

Dopo essere stato superato da Feller per il terzo posto, Preining è stato poi messo sotto pressione da un altro pilota ufficiale Audi Sport, Patric Niederhauser.

Dopo diversi tentativi, Niederhauser ha trovato il modo di superare Preining a cinque minuti dalla fine, assicurandosi il quarto posto insieme ai suoi co-piloti del Sainteloc Junior Team Christopher Mies e Simon Gachet.

La Mercedes-AMG Winward Racing vincitrice della Gold Cup di David Schumacher, Miklas Born e Marius Zug ha conquistato il sesto posto dopo che la Porsche 54 GT911 R n. 3 di Dinamic GT è scesa al 10 ° posto dopo essere stata agganciata di 15 secondi per aver ridotto il tempo minimo di rifornimento.

La BMW più alta in classifica è stata la vettura n. 32 del Team WRT al settimo posto, ma l’ex vettura numero 98 ROWE Racing è finita fuori dalla classifica in 15 °.

Wittmann è stato coinvolto in uno scontro con la Lamborghini Huracan GT3 EVO2 di Pepper in prima fila durante il primo stint, che ha portato il pilota Iron Lynx a uscire dalla curva 12 e a entrare in contatto con la BMW ROWE.

Nonostante la bandiera a scacchi, l’equipaggio numero 98 ROWE ha visto il suo vantaggio di sette punti su Marciello, Boguslavskiy e Gounon trasformarsi in un deficit di 18 punti.

Gli onori della Silver Cup sono andati al trio Lamborghini n. 85 del Grasser Racing Team composto da Benjamin Hites, Clemens Schmid e Glenn van Berlo che ha chiuso con 4,6 secondi di vantaggio su Alex Aka del Tresor Attempto Racing.

Herberth Motorsport ha prevalso nella Bronze Cup con la sua Porsche condivisa da Robert Renauer, Ralf Bohn e dal compianto Tim Heinemann.

La lista dei vincitori di categoria è stata completata dalla Lamborghini di Barwell Motorsport di Dennis Lind e Rob Collard che ha conquistato la vittoria nonostante una penalità di 10 secondi per eccesso di velocità ai box.

RISULTATI: 3H Nürburgring