Il futuro di Marc Márquez nel Campionato del Mondo 2024 è uno dei temi caldi nel paddock della MotoGP. Coinvolge molti team e piloti, di diverse marche – quasi tutti – compresi gli otto attuali concorrenti Ducati.

Uno degli ultimi a parlare è Luca Marini, pilota della Mooney VR46, con la quale ha rinnovato per prendere una GP23 il prossimo anno, che porterebbe il pilota di Cervera accasarsi alla Ducati di Gresini.

Il pilota di Tavullia sarebbe felice se l’otto volte campione guidasse una moto bolognese. Sarebbe fantastico. Avere un pilota forte come lui sulla stessa moto è sempre una buona cosa. Puoi guardare i dati e misurarti con le stesse condizioni. Anche perché quando sono riuscito a stargli dietro, è sempre sembrato molto forte”ha detto a Misano, dove ha lottato con lui fino alle ultime curve della gara di domenica.

Tuttavia, il fratello di Valentino Rossi ha finito per dare ragioni per cui il catalano è rimasto alla HRC nel 2024. “Onestamente, non lascerei i 12 milioni di dollari che si fa pagare a stagione. La Honda, ora, penso che stia andando forte. Sono migliorati molto. L’ho capito quando l’ho trovata in pista sia a Barcellona che qui (Misano) e la moto va. Non è più come quello di inizio stagione. Stanno facendo passi avanti, quindi sarei sorpreso se lasciasse il progetto ora”, ha detto dopo il test.

Nonostante il fatto che la Ducati spazzi il campionato costruttori e la Honda stia giocando l’ultima posizione con Yamaha, Marini vede un’altra realtà. “Ora tutti sono ad un livello molto alto. Non vedo una grande differenza tra una moto e l’altra. Penso che siamo tutti a un punto di equilibrio, dove la differenza è fatta dai dettagli, come la sessione di qualifica o la partenza, piuttosto che dal fatto che si è più forti o bravi. Se riesci a finire i primi tre giri davanti, hai la gara fuori”, ha proclamato.

Lo stato psicologico di Mir

Quando a Luca è stato chiesto se la moto giapponese è forte, come è possibile che Joan Mir, campione del mondo nel 2020, sia così affondata, l’italiano l’ha attribuita a qualcosa di personale. “Lo so, ma Joan è in una situazione psicologica un po’ difficile. La Honda con Marquez ora sta andando forte, per me va bene”, ha concluso.

Foto: Marangoni Daniele – Mazzocco Alessio