Pubblicità

Il campione in carica della MotoGP Fabio Quartararo ha dato il via al suo weekend sammarinese dalla vetta dei tempi delle prove libere di venerdì mattina.

Un 1’32.313, impostato nel suo ultimo di 23 giri intorno al Misano World Circuit ha regalato al pilota Monster Energy Yamaha la prima posizione con un quarto di secondo di vantaggio dopo 45 minuti di azione. Jack Miller della Ducati Lenovo e la wildcard di Aruba.it Michelle Pirro completano le prime tre posizioni per la Casa bolognese.

Le prove libere del venerdì sono iniziate con i fratelli Espargaro che lottavano per la prima posizione nei tempi con Pol della Repsol Honda che guidava il fratello maggiore Aleix sull’Aprilia prima che Alex Marquez di LCR prendesse il comando. La RS-GP comanda in tandem la prossima tornata di giri veloci quando Maverick Viñales si è unito al capitano della sua squadra per il primo e il secondo posto col tempo di 1’33. Il campione in carica della Yamaha Fabio Quartararo ha diviso la coppia pochi secondi dopo prima che Pol ancora una volta battesse suo fratello, questa volta con uno sforzo di 1’33.3.

Quartararo ha preso il comando con tre decimi di vantaggio al suo sesto giro della mattina mentre Alex Rins della Suzuki Ecstar si è unito alla lotta al secondo posto. 

Andrea Dovizioso ha iniziato il suo ultimo weekend in MotoGP dal decimo posto in classifica, mezzo secondo alla deriva del suo compagno Yamaha. Miller e Johann Zarco della Ducati erano di poco avanti con Pecco Bagnaia quinto al suo settimo tentativo. Franky Morbidelli di Monster Energy ha retrocesso il veterano italiano la prossima volta con il collaudatore Ducati Pirro che ha fatto lo stesso poco dopo.

Quartararo ha finalmente sfondato la barriera dell’1’33 con il suo 13° giro mentre il benchmark era di 1’32.968, Pirro è salito al secondo posto da Rins, Viñales e Pol Espargaro a metà gara prima di prendere il comando assoluto a 20 minuti dalla fine di 1′ 32.888.

Marquez e Takaaki Nakagami di LCR hanno guidato il compagno pilota Honda Espargaro dal settimo al nono posto mentre la sessione scorreva. Il pilota Repsol ancora una volta ha preceduto di poco il fratello maggiore mentre Marco Bezzecchi di Mooney VR46 è avanzato all’11°.

Viñales ha segnato per la gloria con un 1’32.706 e 13 minuti sul cronometro mentre Miller è salito al quarto posto. Bezzecchi continua la sua scalata per arrivare a cinque Ducati nella top ten in vista delle manche finali.

Dieci alla fine ed Enea Bastianini ha portato in lizza la Gresini GP21 dall’ottavo posto. Quartararo ha alzato l’asticella con un 1’32.498 mentre Miller ha sfidato 0.039 alla deriva al secondo posto. L’attacco della Ducati è continuato mentre Bastianini è migliorato ancora, al quinto posto, con Pirro che ha ripreso il terzo posto mentre Espargaro dell’Aprilia ha guidato Rins della Suzuki al sesto e settimo posto.

Bagnaia ha retrocesso il suo rivale per il titolo la prossima volta salendo al sesto posto, a poco meno di mezzo secondo dalla sessione e dal leader del campionato. Pol Espargaro seduto decimo durante il conto alla rovescia delle prove di apertura. L’uomo locale Luca Marini è migliorato fino all’11° posto con il compagno di squadra Bezzecchi al 14° posto mentre il duo VR46 ha stretto la coppia LCR di Marquee e Nakagami. Dovizioso ha guidato Morbidelli dalla quindicesima posizione davanti alla KTM ufficiale di Brad Binder e Miguel Oliveira prima che il sudafricano si spostasse al 12esimo quando il cronometro segnava lo zero.

L’ultimo sforzo di Quartararo ha portato il ritmo a 1’32.313, un quarto di secondo tra lui e Miller al secondo posto con Pirro, Espargaro e Vinales che hanno completato i primi cinque. Bagnaia si accontenta di una FP1 sottotono sul circuito di casa al sesto posto con Bastianini, Rins, Marini e Zarco a completare la top ten.

Foto: MotoGP

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like ai profili Facebook, Twitter e Linkedin di GIORNALEMOTORI
Vuoi entrare nella nostra redazione? Scrivici a redazione@giornalemotori.com

Rispondi