Raffaele Marciello e Timur Boguslavskiy hanno vinto il round di apertura della stagione Sprint Cup del Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS a Brands Hatch.

La coppia Akkodis ASP ha guidato dall’inizio alla fine con la loro Mercedes-AMG GT3 Evo in pole, con Boguslavskiy che ha tagliato il traguardo con 0,6 secondi di vantaggio su Ricardo Feller sulla Audi R40 LMS GT1 Evo II numero 8 Tresor Orange 3 che è stata avviata da Mattia Drudi.

Marciello ha gettato le basi per la sesta vittoria sua e di Boguslavskiy nella Sprint Cup insieme, caricando un vantaggio sostanziale durante lo stint di apertura della gara di 60 minuti.

Il distacco è diminuito durante lo stint al volante di Boguslavskiy, ma il pilota russo è rimasto davanti a Feller per prendere un vantaggio iniziale nella classifica del campionato Sprint Cup.

L’asso ufficiale Mercedes-AMG Marciello ha staccato quasi otto secondi da Albert Costa sulla Ferrari 69 GT296 numero 3 dell’Emil Frey Racing, mentre Drudi ha corso terzo davanti a Konsta Lappalainen sull’altro pilota Ferrari e Dinamic GT Porsche Christian Engelhart.

Marciello è rimasto fuori fino alla fine della finestra dei box di 10 minuti, passando il testimone a Boguslavskiy che ha prodotto uno stint senza problemi per portare a casa la vittoria.

Dopo aver mostrato il potenziale del podio nelle prime fasi, entrambe le Ferrari di Emil Frey hanno avuto pit stop lenti con il copilota di Costa Thierry Vermeulen che è emerso in quinta posizione, una posizione davanti a Giacomo Altoe sulla vettura n. 14.

D’altra parte, il Team WRT ha eseguito una rapida inversione di tendenza della sua BMW M32 GT4 n. 3, che è salita dal sesto al terzo posto dopo che Charles Weerts si è fermato presto nella finestra.

Il copilota di Weerts, Dries Vanthoor, inizialmente ha messo pressione su Feller durante lo stint finale, ma il pilota ufficiale Audi Sport ha tenuto a bada la sua controparte BMW per assicurarsi il secondo posto.

Adrien de Leener sembrava destinato a finire quarto con la Dinamic GT, ma l’unica Porsche 911 GT3 R in campo ha improvvisamente rallentato all’uscita di curva dopo aver esaurito il carburante e ha finito in ottava posizione.

Dinamic è stato successivamente squalificato per non avere i 2 kg di carburante richiesti nel serbatoio durante i controlli post-gara.

La sfortuna della Porsche Christopher Haase ha conquistato il quarto posto con l’Audi numero 11 del Comtoyou Racing dopo che il pilota tedesco ha superato entrambe le Ferrari di Emil Frey.

Altoe è arrivato quinto, davanti a Franck Perera che ha superato Nicolas Baert, Vermeulen e un malato De Leener per dare al Vincenzo Sospiri Racing un sesto posto con la sua Lamborghini Huracan GT3 EVO2 guidata anche da Jordan Pepper.

Aurelien Panis e Alberto di Folco hanno conquistato la Gold Cup con la loro Audi Boutsen VDS n. 9 che ha concluso al nono posto assoluto.

Di Folco ha tagliato il traguardo con una posizione di vantaggio sull’Audi del Tresor Attempto Racing, vincitrice della Silver Cup, condivisa da Alex Aka e Lorenzo Patrese.

L’unica vettura che non ha raggiunto la bandiera a scacchi è stata la Sainteloc Junior Team Audi n. 25, che ha subito danni dopo una collisione con la Honda NSX GT68 Evo3 n. 22 Nova Race ai box.

La vettura di Sainteloc guidata da Patric Niederhauser e Erwan Bastard è stata arrestata in griglia di cinque posizioni per Gara 2 dopo che si ritiene che il team francese abbia causato il contatto liberando Niederhauser dal suo box in modo non sicuro.

La seconda gara della stagione della GTWC Europe Sprint Cup inizia alle 4:10 ora locale (11:10 ET).

RISULTATI: Gara 1 (provvisoria)