Toprak Razgatlioglu lascerà il team Pata Yamaha alla fine della stagione 2023 del Campionato WorldSBK.

Il pilota turco è entrato a far parte di Yamaha all’inizio della stagione WorldSBK 2020 e ha continuato a godere di un immenso successo con il marchio giapponese, segnando 31 vittorie e vincendo il titolo del Campionato WorldSBK 2021.

Tuttavia, dopo quattro stagioni con Yamaha, Razgatlioglu dirà addio a favore di un nuovo accordo ancora da confermare, che si vocifera sia con BMW.

“Voglio dire a tutta la famiglia Yamaha un grande grazie per l’amore e il rispetto che mi hanno dimostrato. Vincere il Campionato del Mondo era il mio sogno quando ho firmato con la Yamaha e abbiamo raggiunto questo obiettivo insieme”.

Sebbene il suo passaggio alla Yamaha sia stato in parte motivato dal desiderio di competere in MotoGP, Razgatlioglu ammette di non aver trovato il giusto feeling con la moto come sperava. Come tale, ha scelto di rimanere nel WorldSBK, ma lo farà con una nuova sfida.

“Per la prossima stagione sento di aver bisogno di una nuova sfida e mentre c’era un’opportunità in MotoGP, non sentivo lo stesso legame con la MotoGP che ho con la superbike.

Ma se voglio rimanere nel WorldSBK, ho bisogno di un nuovo obiettivo, una nuova ambizione. Mi dispiace lasciare Yamaha, sia il marchio che le persone, perché abbiamo un ottimo rapporto, ma il cambiamento fa parte di qualsiasi sport e normale per qualsiasi professionista.

Quindi, un grande ringraziamento a Yamaha Motor Company, Yamaha Motor Europe, Yamaha Motor Turkiye, il team Pata Yamaha Prometeon WorldSBK e soprattutto al mio equipaggio, che ha lavorato così duramente per me”.

Razgatlioglu ha fatto il suo debutto completo nel WorldSBK nel 2018 con Puccetti Kawasaki, diventando un pilota di prima fila, segnando due vittorie nelle sue due stagioni con il team.

Entrato in Yamaha nel 2020, Razgatlioglu è stato un vincitore della gara alla sua prima uscita a Phillip Island, dando il via a un mandato che avrebbe fruttato il titolo nel 2021 dopo un epico duello lungo una stagione con il sei volte campione del WorldSBK Jonathan Rea.

Tuttavia, dopo essere stato comodamente battuto nel 2022 dal risorgente Alvaro Bautista e Aruba.it Ducati, Razgatlioglu aveva lasciato intendere che stava cercando una nuova sfida per il 2024.

Anche se inizialmente ci si aspettava che questa fosse una promozione in MotoGP con Yamaha, i test hanno rivelato che Razgatlioglu avrebbe richiesto un cambiamento fondamentale dello stile di guida fiammeggiante che lo ha reso così vincente sulle moto WorldSBK.

Con il suo manager Kenan Sofuoglu che ha lasciato intendere che un cambio di scenario era imminente durante l’ultimo round in Spagna, ha identificato BMW come la destinazione più probabile, anche se hanno aggiunto che i colloqui hanno avuto luogo anche con Kawasaki.