Oliver Bearman ha controllato la feature race di Formula 2 in Spagna per conquistare la sua terza vittoria della stagione.

Il pilota della Ferrari Academy ha ceduto la testa della gara solo dopo il suo pit stop obbligatorio, e ha tagliato il traguardo con 3,5 secondi di vantaggio su Enzo Fittipaldi. Victor Martins si è unito alla coppia sul podio.

Il leader del campionato Frederik Vesti ha effettuato diversi passaggi impressionanti sulla sua strada verso il quinto posto dopo essere partito ottavo, mentre il rivale più vicino al titolo, Theo Pourchaire, ha potuto gestire solo il settimo posto dopo essere salito al terzo posto alla partenza.

Bearman ha conquistato la pole position per la seconda volta in tre feature race durante la sua stagione di debutto in F2. Fittipaldi lo raggiunse in prima fila con Jack Doohan e Ayumu Iwasa subito dietro.

La Prema in pole è uscita bene, ma i primi tre sono stati presto fianco a fianco andando alla curva uno. Quando il trio è arrivato, non c’era abbastanza spazio per Fittipaldi che è stato costretto sulla via di fuga.

Si riunì in seconda posizione dietro Bearman, e davanti a Pourchaire che godette di una brillante partenza dalla quinta posizione. Quando le luci si sono spente, la Sauber junior ha immediatamente preso la linea interna e si è spostata di una posizione alla curva di apertura, poi ne ha guadagnata un’altra alla curva tre per rivendicare il terzo posto.

Ciò ha lasciato Doohan e Iwasa a combattere direttamente dietro, i due piloti si sono scambiati le posizioni nel primo giro prima che il pilota di riserva di Alpine alla fine mantenesse il quarto posto.

I piloti hanno mantenuto la posizione nelle fasi iniziali. Al giro 10 Pourchaire e Iwasa sono stati i primi a fermarsi ai box, Fittipaldi e Doohan hanno poi seguito il giro successivo. La battaglia di Doohan con Iwasa è ripresa quando lo junior della Red Bull lo ha superato per il quarto posto alla curva uno subito dopo che il pilota Virtuosi aveva lasciato la corsia dei box.

Pourchaire ha tentato un sorpasso alla curva uno su Fittipaldi per il 14 ° posto – un secondo posto netto – ma il pilota ART ha perso aderenza, è uscito di pista ed è rimasto indietro.

Bearman alla fine è partito in testa al giro 14 e si è riunito comodamente davanti a Fittipaldi, proprio mentre Pourchaire stava iniziando a rientrare. Ha perso il terzo posto a favore di Iwasa, prima di essere superato da Doohan lungo il rettilineo di partenza-arrivo al giro 18.

I primi procedevano ancora rapidamente nel traffico e al giro 25 Bearman e Fittipaldi erano rispettivamente al secondo e terzo posto, dietro Martins che doveva ancora fermarsi ai box. Questo lungo primo stint ha portato a vantaggio di Martins, che alla fine ha guadagnato un paio di posizioni lasciando la pit lane in quinta posizione al giro 26.

Presto è risalito al giro 28 dopo aver superato Doohan alla curva uno. Ma durante quei giri, più indietro il vincitore dello sprint di ieri Vesti stava rapidamente progredendo attraverso il campo.

Al giro 26 ha effettuato un brillante sorpasso doppio per il settimo posto dopo aver superato Dennis Hauger e Zane Maloney – ancora ai box in questa fase – all’interno della curva uno.

Il giro successivo, ha completato una mossa simile sul rivale del campionato Pourchaire per conquistare il sesto posto prima di superare Doohan con una manovra audace all’esterno della curva 10.

Vesti ha poi gradualmente ridotto il distacco fino al quarto posto di Martins, che si stava anche avvicinando a Iwasa nella posizione finale del podio. Al giro 35, il trio era separato da meno di un secondo.

A tre giri dalla fine, Martins ha completato il suo attacco su Iwasa superando la Red Bull junior all’interno della curva uno. Il pilota ART ha rapidamente tirato avanti per raggiungere Fittipaldi e il vincitore Bearman sul podio.

Con la sua terza vittoria in sei gare, la Ferrari junior continua a stupire durante la sua stagione da rookie. Lo porta al quarto posto in campionato con 70 punti, 40 dietro il leader Vesti. Pourchaire rimane secondo con 99 punti, 17 davanti a Iwasa in terza posizione con Hauger che completa la top five.